Salzkammergut… si può

“Io inizierei ringraziando chi in questi anni mi ha aspettato in discesa per -scarsa velocità – e rimproverato in salita per – eccessiva velocità – a chi mi ha esortato a riprovare i passaggi che non riuscivo a fare e a chi ha ascoltato le incredibili storie austriache , ed anche a chi ha perso anche solo un secondo su Facebook con una faccina o un commento a me dedicato. Grazie.

Poi dopo aver partecipato per cinque volte alla Salzkammergut di 210km ed averne finite tre, mi sono venute due idee: La prima è di vedere più di una maglietta MBC alla partenza dei vari percorsi, ce ne sono otto, da 22km a 210km, compreso uno per le gravel ed uno per l’enduro.

La seconda idea prevede una domanda – Siete proprio sicuri ? Finire la 210 ti dà una grande soddisfazione che non tutti quel giorno possono avere. Ma voi siete proprio sicuri che sia così difficile tagliare il traguardo ? Voi credete veramente che io sia speciale, dotato, matto, dopato  o altro ?
A questo punto mi sono fatto convinto che forse potevo mettere a disposizione degli altri la mia esperienza di una gara particolare che ho iniziato ad affrontare per sbaglio. Si, per sbaglio. Avevano chiuso le iscrizioni alla DSB . Ma io volevo fare una gara lunga ! Trovo la Salz, percorso A 210 km … orpo troppo lunga , no non ci siamo , c’è il percorso B con i canonici , simpatici , e prevedibili 120 km.
Ma leggendo una discussione su di un forum , trovo uno spunto che mi fa riflettere parecchio. Se vai alla Salz che senso ha iscriversi alla 120km quella la chiudi, fai la 210km , metti sia la tua giornata giusta pensa che soddisfazione. E comunque avere sulla bici la placca nera del percorso A fa figo di brutto, tutti ti guardano in maniera diversa , c’è un rispetto diverso per te che stai facendo un’impresa , ed alla fine anche quello aiuta .
Allora per una volta perché non mirare alto , c’è un anno per prepararsi, c’è tanto tempo , tanti piccoli passi .
Io vorrei fare il primo per voi , che ne dite di iniziare ?
A seguire vi illustrerei un pezzetto alla volta quello che so della manifestazione e quello che realmente faccio per prepararmi , così vi potrete rendere conto che non è “quanto” ( tutti credono che io faccia allenamenti incredibili ) ma “cosa” e “quando” si fa che può portare a tagliare un traguardo a prima vista così difficile. Se avete domande sarò lieto di rispondervi magari con un articolo a tema.”

Ezio GORELLA

Una risposta a “Salzkammergut… si può”

  1. Ciao Ezio come stai?, ho appena scoperto questa tua interessantissima rubrica sulla Salz, appena torno a casa la leggerò con interesse tutti gli articoli che hai pubblicato. Un saluto a te a Laura e alla tua principessina. NB. Se tutto andrà bene il 18/7/2020 alle 5:00 sarò presente nuovamente in quel di Bad Goisern per il percorso extreme, spero tanto di rivedervi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.