XC Jezenj

In una domenica di grazia, dove il sole ha regalato un momento di pausa dalle piogge incessanti di queste settimane di novembre, quattro atleti MBC si sono inoltrati nell’entroterra istriano per partecipare alla seconda tappa del trofeo invernale MTB Zimska Liga Istria e Quarnero.

La settimana prima della gara, Andrea Manzin e Massimo Minca confabulavano sulla possibilità di partecipare a questa gara nei dintorni di Pisino/Pazin, cogliendola come opportunità di passare una domenica in compagnia con pranzo in Agriturismo annesso. Complice l’orario particolarmente allettante (partenza alle 12:26!), il meteo favorevole e l’annunciata partecipazione di Capitan Dean, Daniele “Iure” si aggrega alla combriccola: “gara di XC… uhm…perché no? Proviamo”.

Partiamo dal PQ alle 9:15, cane e fidanzate al seguito con destinazione la remota cittadina di Jezenj, nei pressi di Pazin. Arriviamo in perfetto orario, pronti a scaricare le bici e ritirare il numero gara. Salutiamo un paio di amici: Giuliano Rosini con la moglie Silvana Cherin, Christian “Blando” Vascotto e MariaTeresa Bordon, Gennaro Cosenza, il nostro ex-MBC Diego Sulini, insomma… una discreta partecipazione anche da parte dei triestini in delegazione diplomatica per insidiare qualche posizione di classifica del trofeo.

Dopo la foto di rito, proviamo un giro di ispezione del percorso: niente di difficile o particolarmente tecnico. Un anello da 4,5km da percorrere più volte. Le piogge dei giorni precedenti, fortunatamente, non hanno intaccato particolarmente il fondo per lo più sassoso ed erboso, tranne che per un single track in discesa davvero fangoso e insidioso, unico tratto degno di attenzione dell’intero tracciato.

Allo sparo di inizio, Dean e Massimo guadagnano le prime posizioni. Iure e Andrea dietro. Dopo il primo giro, Andrea si ritira per dolori alle gambe, mentre Massimo supera Dean e chiude in 5a posizione di categoria completando 5 giri in 1:07:39. Dean, subito dopo, in 1:08:10, sale al secondo gradino della categoria guadagnando il podio. Iure, dopo aver fatto quasi tutta la gara dietro a una fortissima MariaTeresa, passa il traguardo al 4° giro pochi istanti dopo essere stato doppiato dal primo. La campana suona e il neurone si attiva: “suono di campana = ultimo giro da compiere”. Dopo un centinaio di metri Iure si volta e gli sorge qualche dubbio: Teresa non si vede. Anzi… non si vede nessuno. Incrocia Giuliano: “ma dopo la campana non xe ancora un giro?” – “Si (puff pant).. ancora un giro…(puff pant)…e ricordite dopo… (puff pant)…de darghe un ocio (puff pant) al mio Garmin che no funzia”.

Alla fine, Iure completa un ultimo inutile giro nonostante il cronometro abbia già segnato il suo destino: 14esimo di categoria con 4 giri in 1:02:08.

Va beh ah: dopo il pregara di ieri da tre ore e mezza in soglia, un bel scarico fuori-soglia per lubrificare bene le coronarie ci sta, per concludere in bellezza.

Attendiamo le premiazioni. Dean sale su un traballante podio improvvisato con quattro balle di fieno sotto l’occhio vigile del legittimo proprietario con forcone a bordo trattore. “Bravo Dean! Foto….sorridi… bon… andemo a magnar che xe i tartufi che ne aspetta!”.

Scarica qui la classifica di categoria ufficiale

e qui la classifica generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.